venerdì 6 ottobre 2017

Buongiorno!
Oggi, come dico sempre, è un giorno bellissimo! perchè? ma perchè è Venerdi!!!

Il sabato e la domenica, ancora li fermi che mi aspettano, si aprono a mille possibilità. Si può organizzare una gita fuori porta, ci si può rilassare in casa facendo un dolce o il pane, si può fare shopping... insomma, tutto è una piacevole incognita.


Nel frattempo lascio che scorrano le immagini di quanto ho realizzato nelle ultime settimane e che ancora non avevo postato.


Si tratta di un sacchetto nascita per il primo cambio del piccolo appena nato e che, successivamente, si può continuare ad utilizzare sia allo stesso modo che come portapannolini.


Insomma, alla fine, se ne può fare l'utilizzo che più ci piace.
Tempo fa, ne avevo realizzato uno in versione femminile (lo trovi qui) ma non mi era ancora stato chiesto di personalizzarlo con il nome del piccolo (cosa che invece ho fatto in quest'ultimo).


Non è una cosa da poco! Tagliare tutte quelle letterine piccole nella stoffa e poi fare delle mini cuciture tutto intorno.
Però, malgrado la difficoltà e la pignoleria che è sempre con me, il risultato ci piace!!! Ed è piaciuto anche alla destinataria.


Inoltre, ho utilizzato il canapone color ecrù, al quale oramai sono molto affezionata e trovo indicato per questo tipo di cose, e all'interno una stoffa color azzurro...

...e siccome avevo anche del tempo a disposizione, ho creato anche questo pupazzo che ho omaggiato molto volentieri.


Ovviamente, il destinatario non è mai a conoscenza di questi omaggi. E' sempre una sorpresa per loro.

Infatti, se c'è una cosa che amo, oltre a fare quello che faccio, è sorprendere chi ripone la propria fiducia nelle mie mani.


Qui sotto ho messo un breve video per farvi sentire il suono che emette il pupazzo quando lo si schiaccia sul panciotto.


venerdì 29 settembre 2017

Travel with Care

Eccoci con un post un pò diverso dai miei soliti dove vi mostro creazioni realizzate per bambini tipo fiocchi nascita o bomboniere.

Ogni tanto mi viene l'estro creativo e realizzo qualcosa di diverso come borse e pochette così come è già capitato in passato. Creazioni che restano a me o che decido di tenere da parte in occasione del compleanno di un'amica o come pensiero di Natale.


A casa ho questo bel tessuto, un canapone dal colore ecrù, con il quale si può spaziare con svariati progetti ed ho deciso di utilizzarlo in questo modo.

Ho pensato quindi di realizzare qualcosa di raffinato da portare in valigia quando si viaggia o ci si sposta per lavoro o tutti i giorni in borsa e che possa contenere giusto il necessario per un make-up veloce.


In realtà l'utilizzo può essere anche di natura diversa, infatti può contenere i documenti importanti come carta d'identità, patente, carta di credito e contanti.


Insomma, alla fine ognuno ne può fare l'utilizzo che più gli aggrada. Ah ecco dimenticavo che ho aggiunto del profilo di colore nero, come si può notare dalle foto, per dare maggior risalto alla forma della pochette e stampato delle foglie che ho prima intagliato in un pezzetto di linoleum ricavandone un  timbro e poi utilizzato con l'inchiostro per tessuti. Mica cose da niente eh!?


Come primo tentativo sono soddisfatta e credo ne realizzerò qualcun'altra.

Ma veniamo all'argomento che sicuramente vi starà facendo fremere.
Molto probabilmente avete saltato tutto il post per arrivare fino a qui perchè la curiosità è tanta di conoscere chi è il vincitore del kit il cui Giveaway si è concluso ieri sera alle 23.59.

Ebbene, ebbene... come si dice nelle grandi occasioni...
and THE WINNER IS...

IMMACOLATA DE MEO

Congratulazioni Immacolata e ti raccomando di farci vedere il risultato!
Mi dispiace per gli altri partecipanti ma non finisce qui e ci saranno altre occasioni quindi rimanete sintonizzati!

Ovviamente vi ringrazio tutti per avere partecipato e mostrato il vostro interesse a questa iniziativa.

lunedì 25 settembre 2017

start * Giveway * start

Eccoci finalmente arrivati al tanto atteso Giveaway. Non vedevi l'ora vero?


Con questo kit ho realizzato il tappeto e con i gomitoli che sono avanzati ne ho realizzato uno più piccolo per il bagno.
Eccoli qui. Questo è quello grande...


e questo è il piccolo per il quale ho invertito i colori



 e che ho utilizzato come tappetino per il bagno



Beh non voglio dilungarmi molto anche perchè lo so che sei curiosa di sapere cosa fare per partecipare a questo favoloso Giveaway. E quando dico che è favoloso credimi che non dico tanto per dire perchè chi ha avuto modo di provare i kit di We Are Knitters conosce bene la serietà che sta dietro a questa azienda la cui forza è nella qualità dei filati. Per chi non la conosce ancora invece quale migliore occasione di questa!

PARTECIPA e VINCI un kit come questo.

IL KIT CONTIENE:

* 3 GOMITOLI DI THE TAPE (250 GR.) COLORE A.
* 3 GOMITOLO DI THE TAPE (250 GR.) COLORE B.
* FERRI DI LEGNO DI FAGGIO DA 8 MM 
* IL PATTERN DA SEGUIRE
* UN PICCOLO AGO DA LANA.
* ETICHETTA WAK.
* CONFEZIONE WAK.

Ma veniamo a noi! Partecipare è semplice e richiede pochissimi passaggi ma ne vale la gioia.

1. Diventa follower su questo blog (clicca sul tasto segui nella colonna dei follower);

2. Seguimi sul profilo Instagram (qui);

2. Lascia un commento o un pensiero sui kit di We Are Knitters. L'importante è che venga lasciato esclusivamente sotto questo post;

3. Invita almeno un amico a partecipare e condividi sui tuoi social il GIVEWAY;

4. Ultimo passaggio, quello più importante, è lasciare il vostro nome e la mail a We Are Knitters che provvederà all'estrazione.

N.B.:I passaggi da 1 a 3 non sono vincolanti per la partecipazione al concorso ma graditi.

Possono partecipare tutti i cittadini dell'Unione Europea e degli Stati Uniti (eccetto isole dei Caraibi e Asia).

Il GIVAWAY inizia oggi lunedi 25 settembre 2017 e si concluderà alle ore 23.59 di giovedi 28 settembre 2017.
Fra tutti quelli che parteciperanno, We Are Knitters estrarrà il vincitore il cui nome verrà comunicato venerdi 29 settembre 2017.


Siete pronti?
Ora tocca a voi! 😊

lunedì 4 settembre 2017

We Are Knitters - Cliff Carpet

La maglia mi appassiona sempre più e non pensavo mi potesse rilassare così tanto. La cosa più piacevole è, senza dubbio, lavorare con filati di qualità.

Purtroppo, con l'arrivo dell'estate, ho dovuto interrompere questa pratica perchè, quest'anno, il caldo africano ci ha sfiancato e solo da pochi giorni, fortunatamente, ho avuto la voglia di riprendere in mano i ferri. Le temperature si sono abbassate di qualche grado e anche se ancora è presto per parlare di autunno si percepisce un'aria più fresca e piacevole soprattutto la sera. Io comunque sono una fan dell'autunno e sinceramente non vedo l'ora che arrivi.

Il kit che ho scelto è il Cliff Carpet un tappeto che sto realizzando con una fettuccia 100% cotone naturale nei colori del bianco e grigio chiaro come i colori della mia cucina (tanto per restare in tema) ma ci sono veramente svariate possibilità.


Questo tipo di fettuccia si chiama The Tape ed ha una trama effetto maglina ed al tatto è morbida. Certo, lavorare la fettuccia non è come lavorare la lana o il cotone. La lavorazione è un pò più dura ma non troppo. Io poi ho la mano un pò stretta e questo non aiuta molto.



 Nel kit sono comprese le istruzioni, due aghi per la lana e l'etichetta handmade.



 Mi piace un sacco tenere sul divano il cestino che contiene i gomitoli ed i ferri in legno (che adoro!) sempre pronto tutte le volte che ho voglia di lavorare a maglia.

Rimanete sintonizzati perchè fra qualche post vi mostrerò il work in progress. Intanto, posso solo dirvi che ho già iniziato ed il risultato mi piace!

domenica 9 luglio 2017

Pochette in Ecopelle "Etnacomics 2017"

Oggi il caldo è insopportabile e non basta tenere tutto chiuso per non farlo entrare.

Sono spalmata esausta sul divano con il mio maritino e fra un bicchiere di acqua fresca con limone ed un altro vi mostro gli ultimi lavori che ho realizzato in occasione di uno degli eventi più importanti che si svolgono a Catania. Mi riferisco all'Etnacomics che quest'anno è arrivato alla sua settima edizione.

Cos'è l'Etnacomics? E' il festival internazionale del fumetto e della cultura pop. Un evento molto atteso dai giovani e che quest'anno ha registrato 70.000 presenze oltre a tutti gli incredibili ospiti che ne hanno fatto parte.

Questo è stato il terzo anno che ho partecipato con il mio stand grazie alle persone che me ne hanno dato la possibilità. Per me è un piacere far parte di tutto questo contesto ed anche se, alla fine di ogni giornata, arrivavo a casa distrutta e con il mal di piedi la cosa mi ha resa molto felice.


Fra le tante cose realizzate ho creato queste pochette in ecopelle e in vari colori con la sagoma del gattino e di Mickey Mouse che, per mia fortuna, sono piaciute molto.


Purtroppo però non ne è rimasta nemmeno una per me. Poco male, vuol dire che me farò una grande dove ci metterò dentro tutte le mie cosine che di solito si perdono nei meandri delle mie borse. :)


Il tutto fatto sempre con amore, con gioia e gratitudine.

lunedì 3 luglio 2017

Pasta fresca fatta in casa

Oggi avevo proprio voglia di provare a fare la pasta fresca fatta in casa.

Qualche mese fa sono riuscita a mettermi in contatto con un mugnaio della zona dal quale ho preso 5 kg di farina di semola di grano duro integrale macinata a pietra.

È una farina particolare dal colore e dal profumo intenso rispetto alle farine che si acquistano al supermercato. Si sente il profumo dei campi di grano ed è meraviglioso.

Non avevo avuto ancora il coraggio di provare anche se poi ho capito che è veramente semplice e veloce da fare.

Ogni tanto mi faccio assalire da ingiustificate insicurezze che svaniscono poi tutte d'un colpo quando la voglia di provare è più forte della paura di fallire.

Ho guardato qualche tutorial su internet per la realizzazione dei vari formati di pasta e come prima volta ho preferito utilizzare quell'attrezzo che serve a fare gli gnocchi ( tagliere rigato ) e che fortunatamente avevo comprato chissà quanti anni fa e mai utilizzato.

Sono rimasta stupita dalla facilità tanto che mi sento pronta a provare altri formati la prossima volta che proverò a rifarla.

Ecco qui la foto!


Se invece vi interessa la ricetta:

500 gr. semola di grano duro
250 ml di acqua tiepida
un pizzico di sale

ed il gioco è fatto!

lunedì 26 giugno 2017

We Are Knitters - Udon Blanket - Work in Progress

Nello scorso post parlavo del mio entusiasmo quando mi è arrivato il pacco con il kit di We Are Knitters (qui). Oggi, come promesso, voglio mostrare il work in progress della coperta Udon Blanket che piano piano cresce fra una sferruzzata e l'altra.


Malgrado il periodo non sia dei migliori perchè inizia a fare caldo e la lana di We Are Knitters è veramente calda (immagino quanto sarà piacevole durante l'inverno), approfitto per sferruzzare la sera quando seduta sul divano guardo la tv e una leggera brezza arriva dalla porta del balcone.


Sferruzzare lo trovo veramente piacevole e la mente si allontana da tutto. E' anche più rilassante del cucito che richiede più attenzione e impegno mentale.

Qui, fra un diritto e un rovescio, le maglie scorrono velocemente grazie anche allo spessore della lana e dei ferri che lo rendono possibile.
Per quanto io possa parlare della sua morbidezza e di quanto sia calda credo che anche dalle foto si riesca a percepire questa sensazione.

E' veramente semplice da fare ed il punto riso la rende ancora più soffice e piacevole al tatto. E pensare che, prima di iniziare, nemmeno sapevo quale fosse il punto riso se non fossi andata a guardare i video tutorial che si trovano sul loro sito e spiegano benissimo tutto.
Se siete curiose di guardarli li potete trovare qui.



 Un'altra cosa che mi piace di We Are Knitters è la disponibilità e la gentilezza delle persone che si trovano all'interno del servizio clienti, disponibili a rispondere a qualunque tipo di domanda anche quando dovesse sorgere un dubbio in merito alla lavorazione del capo. Sempre molto cordiali e tempestivi.
Io oramai ho la mia guida di riferimento alla quale pongo le mie domande. :))) una santa!

Comunque, qualche giorno ancora e la coperta sarà pronta!... e non vedo l'ora di mostrarvela.

mercoledì 7 giugno 2017

We Are Knitters!

Questa settimana non era iniziata benissimo ma a risollevarmi l'umore è stato l'arrivo di questo pacco We Are Knitters che mi ha cambiato la giornata.


Vi racconto un pò come è andata e di cosa si tratta. Diverse settimane fa, navigando su internet, mi sono imbattuta in un post nel quale una ragazza parlava del suo work in progress di un capo che stava realizzando con i filati di We Are Knitters. Incuriosita, clicco sul link che mi riporta al loro sito e improvvisamente mi si apre un colorato mondo di morbidissimi gomitoli.

Affascinata, cerco altri articoli e scopro la bella storia da cui ha origine questo brand. In breve: nasce da un'idea di Marìa José Marìn e Alberto Bravo che un giorno, durante un viaggio a New York City, mentre percorrevano la città in metropolitana, si imbattono in una giovane donna che lavorava a maglia una grossa palla di filato. Questa semplice visione li ha ispirati e motivati ad intraprendere quest'avventura che oggi li ha portati a realizzare tutto questo.

We Are Knitters è un'azienda spagnola che nasce nel 2011 che si dedica al mondo della maglia e dell'uncinetto. Un'azienda giovane ma, devo dire, già ben avviata grazie soprattutto alla qualità dei suoi prodotti in fibra naturale e al fatto di essere molto al passo con i tempi.

Infatti, la cosa bella di We Are Knitters è l'approccio moderno a quella che è una tradizione che esiste da generazioni. Chi non ha mai visto la mamma o la nonna sferruzzare realizzando le classiche scarpette di lana per la notte? Mia madre ne realizzava molte, di tutti i colori, e non riuscivo a farne a meno d'inverno quando, sotto le lenzuola, i miei piedi freddi non trovavano pace.


Devo dire che anche io ho provato a fare qualcosa di semplice quando ero piccola. Adesso, che sono più cresciutella mi è ritornata quella voglia di riprendere questa bella cosa che è la maglia. Poter realizzare da se un capo dà grandi soddisfazioni, soprattutto quando i gomitoli sono come quelli di We Are Knitters, ovvero assolutamente composti da fibre naturali. Ma We Are Knitters non è solo gomitoli! Infatti, la cosa veramente speciale di questo brand è che ci sono un'infinità di kit completi di ferri in legno di faggio (fantastici!), istruzioni, aghi per la maglia ed etichetta per rifinire il capo. Tutti lavori che possono essere realizzati sia dalla principiante che dall'esperta di maglia. Sul sito c'è anche un'apposita area nella quale si trovano i video che spiegano come realizzare alcuni punti base per chi si approccia per la prima volta a questo soffice mondo.



Ma, se i ferri ce li hai già, puoi anche acquistare i prodotti separatamente. Una delle cose che mi piace di più, e sono veramente tante, è la varietà di colori soprattutto quelli un pò shabby chic come piacciono a me. Tutte queste cose mi hanno convinta, e non c'è voluto molto, a provare uno dei loro kit che è quello che ho fotografato in questo post.


Quando è arrivato il pacco ero felice come una bambina che riceve il regalo di Natale tanto atteso. Il packaging è veramente molto curato. All'interno della scatola c'è questa busta rigorosamente in carta ecologica che contiene i gomitoli (lana peruviana, la mia) , i ferri (in legno di faggio), le istruzioni, gli aghi e l'etichetta.


Il kit che ho scelto di provare si chiama Udon Blanket, si tratta di un livello facile e contiene:

* 5 GOMITOLI DI LANA 100% PERUVIANA (200 G CIASCUNO)
* FERRI DI LEGNO DI FAGGIO DA 15 MM/ UK S/E/ US 19
* IL PATTERN DA SEGUIRE
* UN PICCOLO AGO DA LANa
* ETICHETTA WAK
* CONFEZIONE WAK



Ho scelto il colore naturale perché mi piace moltissimo. Già immagino questa coperta quando, questo inverno, mi scalderà comodamente sdraiata sul divano con accanto una tisana calda a guardare un bel film in una domenica pomeriggio. Già la amo!


Prossimamente vi posterò il work in progress e successivamente la coperta già realizzata. Non vedo l'ora! Ma soprattutto non vedo l'ora che ritorni l'autunno per coccolarmi con questi morbidi filati. Sono già convinta che, appena finito questo progetto, ne vorrò realizzare un altro. Per esempio, mi piace tanto il cappellino di lana con le orecchie. Lo voglioooo!!! e poi vuoi mettere dire alle amiche: "L'ho fatto io!".


I kit sono veramente tanti e la coperta l'ho scelta fra un vasto assortimento, insieme a mio marito.
Si, perché anche lui (freddoloso com'è) ne è rimasto affascinato e mi ha spinto a sceglierla fra tante.

Non mancano anche i filati in cotone, le tote bag e le magliette con le scritte a tema per gridare al mondo
WE ARE KNITTERS!!!!

STAY TUNED!

mercoledì 17 maggio 2017

Arriva la Primavera... arrivano le Farfalle

Le farfalle ultimamente sono molto gettonate. Sarà perchè è primavera e fuori ci sono le belle giornate... non saprei... fatto sta che, da qualche tempo, pare che in molti richiedano le farfalle..

Questo che ho realizzato stavolta, e che vedete fotografato qui sotto, è un sacchettino porta indumenti per neonato o porta cambio da mettere nel borsone o qualsiasi cosa si voglia.


In ufficio, ogni tanto, arrivano di questi lieti eventi e si pensa sempre:
cosa regalare!?

Le proposte sono molteplici e differenti fra loro ma stavolta, stranamente, la decisione è stata unanime e anche perentoria:
Enza, pensaci tu!

Fortunatamente già sapevo che, la mammina in questione, ha una passione per le farfalle in quanto me ne aveva già parlato ancora prima che nascesse la piccola.
Questo, devo ammettere, mi ha risolto metà del pensiero sulla scelta del soggetto da inserire.
Quindi, non potevo far finta di nulla.


Le farfalle sono quelle di Tilda ma in versione non imbottita. Ho pensato di cucirle sopra il sacchetto ed il risultato mi sembra abbastanza buono.

Mi piace parecchio questo tessuto che utilizzo ultimamente per le creazioni dei cuccioli. E' un canapone dal colore neutro e per dare un tocco più femminile, oltre alle farfalle, l'ho rivestito all'interno con una stoffina tutta rosa che qui non si vede ma si intravede.


Per fortuna alle colleghe è piaciuto, così ho scampato il pericolo di linciaggio.
E anche questa è andata bene! :)

lunedì 24 aprile 2017

Nuovo Ricettario - New Recipe Book

Stavolta ho realizzato qualcosa per mia madre.

Un giorno, mentre mi trovavo da lei, le chiedo la ricetta di non so nemmeno quale cosa e lei tira fuori un quadernetto ad anelli nel quale raccoglie varie ricette alcune scritte su fogli strappati da vecchie agende ed altre prelevate da alcune riviste.

Così mi porto a casa questo piccolo raccoglitore con l'intenzione, oltre a quella di ricopiare la ricetta che le avevo chiesto, anche quella di fare un piccolo restyling a questo triste quadernetto mal organizzato.



Come potete vedere dalle foto non ho fatto altro che creare una copertina sulla quale ho ritagliato ed applicato un muffin ed utilizzato i timbrini per la scritta.


Ma il restyling non ha riguardato solo l'esterno. Infatti, anche le ricette all'interno le ho riorganizzate, ritagliate per bene e plastificate così ogni volta che le tira fuori non deve preoccuparsi che si sporchino e se dovesse capitare adesso basta passarci sopra uno straccetto e tutto ritorna come prima.


Quando le ho restituito il quaderno non aveva capito che fosse il suo ed è rimasta molto contenta.

Ogni tanto ci si adopera anche per i genitori :)

Se anche tu vuoi provare a realizzare questa cover questi sono i prodotti che ho utilizzato.


martedì 11 aprile 2017

E' nata Sofia

Altra cucciolina in arrivo nel blog di My CountryRoom.

Il suo nome è Sofia e per lei ho creato questo quadretto nascita personalizzato
da appendere alla stanzetta oppure da utilizzare come fiocco nascita.


Della stessa serie ne avevo creati altri cambiando il soggetto (potete vedere qui l'altra versione) e stavolta il soggetto preferito della mamma era la farfalla ed ecco fatto!


Partendo dal cartamodello della farfalla di Tilda ho apportato
alcune piccole modifiche aggiungendo delle doppie ali ed il corpicino completo
di testa e antennine, un pò come avevo già fatto per le bomboniere
del battesimo di Beatrice (potete vedere qui le bomboniere).


Rametti sui quali sbocciano delicatissimi fiori, una piccola birdhouse e ovviamente non poteva mancare la personalizzazione con il nome per rendere il tutto unico ed originale.


Un ricordo che rimarrà per sempre accompagnando la cucciola nella sua crescita
ed allietando le pareti della sua stanzetta.


Questo quadretto mi ha dato molte soddisfazioni.

Benvenuta Sofia!

Ti potrebbero anche interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...