sabato 23 maggio 2015

Cassibile, Eloro, Vendicari, Marzamemi

Altro week end, altro giro.
Questo è il periodo migliore per esplorare nuovi posti. Non sono affollati di turisti e la temperatura, seppur calda, non è particolarmente soffocante..

Itinerario di oggi: Cassibile, Sito Archeologico Eloro, Riserva Naturale Oasi di Vendicari e Marzamemi.


Cassibile era di strada così ci siamo fermati un attimo a scattare qualche foto e a comprare
le ciliege dell'Etna (buonissime). Frazione del comune di Siracusa è noto per l'avvenimento che nel settembre 1943 portò alla firma dell'armistizio di Cassibile oltre che per la Necropoli considerata la più importante della Sicilia dopo quella di Pantalica.

Noi non siamo andati alla Necropoli perchè il nostro programma per la giornata prevedeva tanti altri posti ma la visiteremo un'altra volta.


Questa è la chiesa intitolata alla Sacra Famiglia. La più antica chiesa di Cassibile fatta costruire dal Marchese di Cassibile Loffredo nel 1870.


Lasciata Cassibile ci siamo diretti verso il sito archeologico Eloro. In realtà abbiamo visto poco sia perchè io non avevo le scarpe adatte (ciabatte da mare) e sia perchè gran parte del sito era ricoperto da erbaccia alta che non permetteva di inoltrarsi più di tanto. Io non lo avevo mai visto ma, a detta di Nuccio, quando lo ha visitato lui, parecchi anni fa, i resti archeologici erano più a vista.

Il paesaggio però è davvero molto bello. Dall'aperta campagna ci si affaccia su un bellissimo scorcio della spiaggia di Eloro con un mare fantastico.


Nella foto qui sotto, Nuccio, senza accorgersene, ha messo le dita davanti l'obiettivo però a me non dispiace questo effetto che sembra fatto apposta. Dappertutto c'erano i fiori della pianta dei capperi che vengono utilizzati sotto sale per svariate ricette di pesce.



Dopo il sito archeologico ci siamo diretti verso la riserva naturale Oasi di Vendicari per prendere un pò di sole sdraiati in spiaggia.


La riserva naturale orientata “Oasi Faunistica di Vendicari” è stata istituita nel 1984 dalla Regione Siciliana. Si trova precisamente tra Noto e Pachino (provincia di Siracusa) con un territorio che si estende per circa 1512 ettari.

All’interno della riserva, vive indisturbato un intero ecosistema.
Quando si viene qui ci si ritrova davanti a paesaggi mozzafiato, La vegetazione fitta che si apre improvvisamente a un mare cristallino, a spiagge lunghissime e dorate, che in poche centinaia di metri diventano rocce a strapiombo su un mare profondo.


Dai capanni di osservazione si possono ammirare Fenicotteri, Aironi, Cicogne che sostano qui prima di raggiungere le mete migratorie definitive.



Ma non è stupendo il mare? Cristallino, altro che caraibi!
Le palline che vedete sulla spiaggia (foto qui sotto) sono una caratteristica della spiaggia dell'oasi di Vendicari. Non è altro che la poseidonia (alga di mare) che si stacca dal fondo del mare e attraverso il lavoro delle onde, che le fa rotolare, prendono questa forma.

Nel pomeriggio lasciamo l'Oasi di Vendicari per dirigerci verso la nostra ultima tappa: Marzamemi

Una frazione marina del comune di Pachino (famosa per il pomodoro pachino ma non solo).
Il borgo Marzamemi è molto turistico e frequentato soprattutto d'estate.
Quelle che erano, un tempo, le case dei pescatori (risalgono al 1600), si sono trasformate in botteghe dove si vendono delle cose molto particolari oltre che a ristoranti e pub.


La piazza principale è grandissima. Piazza Regina Margherita. E' qui che si trovavano le case dei pescatori. Sulla piazza si affacciano due chiese, la vecchia e la nuova, entrambe dedicate a San Francesci di Paola.


La tonnara di Marzameni si affaccia sul porticciolo. Risale al XVI secolo ed è una delle più antiche.
Oggi viene utilizzata per qualche manifestazione come il festival del cinema di frontiera facendone uno straordinario sfondo per numerose pellicole di successo.


La gastronomia, da queste parti, si divide fra mare e terra. Dal pomodoro pachino al vino d'avola ed ovviamente il pesce. Vi sono diverse botteghe dove poter acquistare conserve, sughi pronti e patè a base di pesce. Noi facciamo sempre una capatina da Campisi. Ottimo! Vedete la faccia soddisfatta di Nuccio. E mentre acquisti e fai il giretto fra enormi tavoli riempiti di conserve puoi anche degustare.

Le foto qui sotto (a parte quelle dei barattoli che sono mie) sono state prelevate dal sito di Campisi. www.campisiconserve.it

Ecco un piccolo video di presentazioni delle varie prelibatezze.


Non sappiamo resistere!
Una mini fuga culturale, naturalistica e gastronomica.

4 commenti:

Stefy ha detto...

...posti bellissimi!
grazie per condividerli ;)
ti abbraccio
stefy

My CountryRoom ha detto...

Grazie Stefy. E' un piacere condividere. Ci sono dei posti veramente belli in Sicilia e mi piace, a chi può interessare, poter raccontare questi luoghi. Spero di invogliare ed allo stesso tempo informare chi magari ha intenzione di venirli a visitare. Peccato che, quando scrivo di questi post, non trovo riscontro. Chi lo sa se qualcuno li legge.
Un abbraccio anche a Te mia cara.

Caterina Di Mauro ha detto...

Ciao Vincenza. Sono Caterina, piacere.
Sono arrivata sul tuo blog perché fra pochi giorni sarò in vacanza e andrò in un b&b a Lido di Noto.
Intanto complimenti: valorizzare la propria terra è anche un modo per farla conoscere a chi non ha ancora passato dalle 'nostre' parti
Sono stata parecchie volte a Pachino, Marzamemi, riserve, ecc
Riconosco ogni posto ritratto dalle tue foto (anche io come te ho la passione della foto e da un'anno in maniera impegnativa, ma sempre da hobbista. Tu, pure?
...Come vedi, prima o poi qualcuno passa e legge
Ciao e buona estate
Caterina


Caterina Di Mauro ha detto...

... mi correggo: non è ancora passato
Ciao

Ti potrebbero anche interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...