venerdì 25 aprile 2014

Savoca (Messina)

E come ci piace fare, quando iniziano le giornate primaverili, io e Pompeo, per gli intimi Nuccio, improvvisiamo una gitarella fuori porta.

Lui non era mai stato a Savoca! Strano ma vero! Così gli ho proposto di andarci.
E' stato amore a prima vista tanto che ha espresso il desiderio di volerci ritornare per passare qualche giorno in più.

Savoca è un borgo arroccato sopra un colle e nel 2008 è stata inserita fra i borghi più belli d'Italia.


Conosciuto da pochi, oltre alla bellezza di questo borgo, Savoca viene soprattutto riconosciuta a livello mondiale in quanto palcoscenico di uno dei film che ha girato il mondo: "Il Padrino" di Francis Ford Coppola


Entrando in paese si viene accolti dall'ormai famoso "Bar Vitelli" dove Michael Corleone (Al Pacino) parlà con il padre della futura moglie Apollonia (Simonetta Stefanelli).


Il Bar era di proprietà di una anziana signora (che mai si sposò) e che visse a lungo. Il suo nome era Maria ed ho avuto il piacere di conoscere prima che morisse e di scambiarci quattro chiacchiere. Un personaggio di donna. Durante il tempo che ho trascorso con lei mi ha raccontato della sua famiglia e del perchè non aveva mai voluto sposarsi.

Il tempo qui sembra essersi fermato. Nulla è cambiato e tutto è rimasto immutato.


all'interno si trova una piccola stanza con tutte le fotografie che ritraggono scene del film e dell'anziana proprietaria.
Si può stare comodamente seduti nel cortiletto e gustare ottimi dolci fatti in casa come il cannolo e la torta di mandorle.


Gli abitanti del posto,ci raccontano che, ogni anno, moltissime coppie provenienti da ogni parte del mondo (americani, tedeschi e persino giapponesi) giungono qui per sposarsi presso la chiesa di S. Nicolò stessa chiesa dove è stata registrata la scena di Michael Corleone (Al Pacino) che si sposa con Apollonia (Simonetta Stefanelli).


Questa è la maestosa facciata della Chiesa di S. Nicolò


e qui la lunga salita per raggiungerla



Il paesaggio meraviglioso è incorniciato da piante di ficodindia, fichi, fiori d'arancio che caratterizzano questo territorio.


La porta della città di Savoca è di origine Normanna e sembra quasi aprirsi per condurci fra i vicoli del borgo.
Con Pompeo abbiamo improvvisato un pic nic affacciati su una terrazza con un panorama fantastico sul resto del paese. E' stata una bellissima giornata!


Il portale di un'altra chiesa del paese. La chiesa di S. Michele


Durante la nostra passeggiata siamo andati anche a visitare il museo storico etnoantropologico nel quale si trovano oggetti della cultura locale e popolare.



Davvero affascinante Savoca. Si entra in un'altra dimensione e se doveste trovarvi da queste parti consiglio vivamente una visita. Non ve ne pentirete e quando andrete via vi dispiacerà anche un pò.

1 commento:

BennyAndBula FoodBlog ha detto...

Ma che meraviglia!!! La Sicilia è una terra magica e in queste foto si respira davvero un'aria d'altri tempi! Sei fortunata ad avere a portata di mano (e di fotocamera!) simili bellezze: grazie di condividere con noi le tue avventure su questa splendida isola...abbiamo già preso nota di un paio di posticini da visitare appena ne avremo l'occasione ;) un bacio

Ti potrebbero anche interessare:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...